Fastrade è tornata nella residenza di famiglia, il castello di Paduren, poco dopo la notizia della morte del fratello Bolko. Ad aspettarla ritrova il padre, il barone Siewgwart von der Warthe, signore di Paduren, e la vecchia zia Arabella, sorella del barone.

Mancava ormai da tempo dal vecchio castello, da quando aveva deciso di seguire il suo spirito libero per accudire il suo giovane amore confinato in un ospedale, fino agli ultimi suoi giorni di vita, un amore scomodo agli occhi della famiglia. Ad aspettarla oggi ci sono tutti i suoi ricordi d’infanzia, quasi intatti e cristallizzati in quell’aria immobile che tanto ne hanno condizionato la partenza temporanea: un clima che ha la fisionomia del padre, malconcio nel fisico per l’avanzare degli anni, ma comunque sempre vigile e attento nell’animo e nelle convinzioni. C’è ancora la sua insegnante di francese, la signorina Couchon, seduta in un angolo a girare le carte per il suo solitario, e c’è il giovane precettore, Arno Holst, emblemi viventi di tutta una serie di regole, costumi, usanze, abitudini che rendono quel posto apparentemente immortale, intoccabile, eppure così distante dal suo sentire. Presto il ritorno nel nido le ricorda perché è andata via dalle consuetudini di pomeriggi fatti di thé e pasticcini. Un’altra figura lo affascina, attraendola e respingendola al tempo stesso, quella di Dietz von Egloff, giovane rampollo dei baroni Egloff di Sirow, accompagnato da una pessima reputazione e da una sfrontatezza che scandalizza gli asettici inquilini di quei salotti aristocratici. Dietz non ha intenzione di lasciare tracce di sé sulla Terra, ha l’arroganza di chi ha tutto, soprattutto di chi vuole fare di tutto per poter vivere ogni istante come se fosse l’ultimo. Anche ballando, senza musica, su una distesa di neve, fra i boschi, sotto la luna…

Continua su Mangialibri


Sei d’accordo con quello che ho scritto? Lo trovi interessante? Hai idee diverse? Condividile commentando qui sotto. Grazie


Resta aggiornato.
Hai mai pensato di iscriverti alla mia newsletter?

Rispondi

Sarai avvisato quando saranno attivi nuovi contenuti.
Attenzione: riceverai una mail per la conferma (eventualmente controllare anche lo spam). La newsletter è gestita con MailChimp.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: