Rodrigo Monsalve ha 40 annni, sorride sempre ed è molto socievole, forse perché come mestiere fa il DJ: oppure forse fa il DJ perché è molto socievole e sorride sempre. Sta studiando per diventare antropologo, il mestiere della sua compagna Natalia Jiménez, che di anni ne ha 35 ma ha lo stesso sorriso, sempre.

Rodirigo e Natalia sono di Bogotà, Colombia, e dopo ben 15 anni di convivenza hanno deciso di rendere tutto perfetto e di sposarsi: è il 20 dicembre 2019. Dopo una rapida e frugale cerimonia saltano sul furgone per raggiungere degli amici e festeggiare anche con loro. Mentre Rodrigo guida, Natalia è raggiante al telefono col padre Jamiro, che però ad un certo punto sente delle voci che riconosce bene: dopo qualche grido, la telefonata si interrompe, sulla strada per La Guajira. Più nulla, dei due ragazzi si perdono le tracce per giorni. È il 23 dicembre quando i loro corpi senza vita sono ritrovati incappucciati, con un foro in fronte e segni di tortura. Del loro furgone più nessuna traccia. Ma non può essere una rapina, non giustificherebbe la tortura. Si tratta di una ritorsione di quegli uomini che Rodrigo e Natalia, militanti della associazione “Fundacion Natura” per la tutela dei fiumi e contro ogni tipo di inquinamento ambientale, hanno sempre denunciato. Lo Stato non può niente di fronte a questi criminali: neanche l’azione di Rodrigo e Natalia, voci diventate troppo scomode, è servita a farli sentire in pericolo…

Continua su Mangialibri


Sei d’accordo con quello che ho scritto? Lo trovi interessante? Hai idee diverse? Condividile commentando qui sotto. Grazie


Resta aggiornato.
Hai mai pensato di iscriverti alla mia newsletter?

Rispondi

Sarai avvisato quando saranno attivi nuovi contenuti.
Attenzione: riceverai una mail per la conferma (eventualmente controllare anche lo spam). La newsletter è gestita con MailChimp.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: