In ricordo di Pippo Fava

Il 5 gennaio 1984 la Mafia uccideva a Catania un giornalista scomodo, figura libera di una Sicilia in catene.

Giuseppe Fava detto Pippo è stato giornalista, scrittore, drammaturgo e saggista. Un intellettuale che ha sempre denunciato la mafia, la corruzione e le collusioni fra i mafiosi, i politici, il mondo degli affari e dell’imprenditoria.

A Catania nel 1982, insieme ai suoi “carusi”, fonda il mensile “I Siciliani” che esordisce con l’inchiesta “I quattro cavalieri dell’Apocalisse mafiosa”, dedicato ai quattro maggiori imprenditori catanesi (Rendo, Graci, Costanzo e Finocchiaro) e ai loro legami con la mafia catanese e in particolare con il boss Nitto Santapaola. Cosa Nostra lo uccide a Catania il 5 gennaio 1984.

Consiglio la visione di questo straordinario film di Fabrizio Gifuni, Prima che la notte

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: