L’ultimo rigore di Faruk [Sellerio, 2016]

30 giugno 1990. Tocca proprio al capitano Faruk calciare quel pallone che avrebbe permesso alla Jugoslavia di estromettere l’Argentina, i campioni in carica, dal mondiale. Faruk fallisce il calcio: anni dopo si è costruito una nuova vita in Francia, dove ha chiuso la sua carriera di calciatore e iniziato quella di allenatore trascorrendo i suoi giorni con il dubbio che quel maledetto rigore, che ha segnato la fine dei sogni mondiali dei Plavi, ha di fatto segnato anche il destino della nazione jugoslava…

Gigi Riva, giornalista a lungo impegnato nella ricostruzione delle vicende dei Balcani, ripercorre quel mondiale, quelle notti italiane, nel tentativo di ricordarci chi erano gli slavi, ma soprattutto cosa stava succedendo a pochi chilometri dai nostri campi da calcio a Sarajevo, a Zagabria: mentre il mondo intero era in festa, oltre il confine carsico stava andando in onda il dramma di un popolo che raccoglieva finalmente l’eredità scomoda di secoli di domini differenti vanamente cancellati da Tito.

Continua a leggere su Mangialibri

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: