Ninna Nanna, di Ed McBain [Einaudi 2019]

Scrittore eclettico e narra storie a tutto tondo (già sceneggiatore per Hitchcock, nel celebre Uccelli), Ed McBain domina e gestisce il filo della narrazione come pochi sanno fare.

Ninna Nanna è un altro capitolo della saga giallo che Salvatore Albert Lombino, italoamericano di New York (1926), alias Evan Hunter, alias Ed McBain, ha dedicato alla Grande Mela ed al suo variopinto tessuto sociale. Si tratta di un altro episodio dei poliziotti e detective di un inesistente 87° distretto di Manhattan, persone normali, con problemi normali, eppure proprio per questa loro tipicità stereotipi di un ambiente ben ricostruito, ma comunque artificiale.

Nel territorio del diavolo, di Antonio Monda [Mondadori, 2019]

Settimo libro di Antonio Monda dedicato all’America e soprattutto a New York, in Nel territorio del diavolo è messo in scena, in modo quasi didascalico, il conflitto perenne fra bene e male, con una certa simpatia per quest’ultimo.

Monda si concentra su due temi particolarmente importanti alla fine degli anni ’90: i diritti della comunità gay, circondata da pregiudizi ed isolata dall’AIDS, e i diritti degli uomini politici, in balìa dei media, delle dicerie, per questo smontati e svuotati di ogni intimità. Ne esce fuori un quadro realistico e complesso, che però non appesantisce la lettura.