La parte inventata, di Rodrigo Fresàn [LiberAria 2019]

Fresán ha scritto un romanzo enciclopedico coinvolgente da gustare possibilmente tutto d’un fiato, per non perdersi. Lo si può classificare come romanzo di formazione, ma ancora prima come un romanzo totale.

Il Ragazzo e La Ragazza hanno un compito molto difficile: provare a raccontare la biografia de Lo Scrittore, fin da quando era Il Bambino, con un docu-film cercando di vincere le difficoltà della gelosissima sorella Penelope, nominatasi a dispetto di ogni designazione voluta dal fratello, sua “erede” e manager. Il Ragazzo ha accettato perché così avrebbe potuto lavorare con La Ragazza, nipote del proprietario della casa editrice e grande fan de Lo Scrittore: lei incarna i suoi sogni erotici, quelli puri dell’adolescenza che oramai non c’è più. Ma mai avrebbe immaginato di trovarsi intricato in un’esperienza così totalizzante.