#ToninoGuerra2020 /1 – La fine del mondo

Maestro e poeta, grande comunicatore.

La féin de’ mond
Al ròdi mi carètt
a ‘l s’è farmè,
a ‘l pépi ad tèra còta
a ‘l s’è brusé la saira
a fè la vegia tra i paier;
i méur i è vecc
al crépi al vén d’in zò
com’è di fòlmin.
E’ ciòd dla méridiéna
l’è caschè.

La fine del mondo
Le ruote del mio carretto
si sono fermate,
le pipe di terra cotta
si son bruciate
a far la veglia nei pagliai,
i muri sono vecchi
le crepe scendono giù
come fulmini.
Il chiodo della meridiana
è cascato.

Tonino Guerra è nato nel 1920 a Santarcangelo di Romagna, dove è morto nel 2012. Maestro elementare, durante la seconda guerra mondiale, venne deportato in Germania e rinchiuso nel campo d’internamento di Troisdorf.


Rispondi